Tag Archivio per: ebas

L’EBAS – Ente Bilaterale dell’Artigianato Siciliano – viene costituito nel 1993 da CNA, CASARTIGIANI, Confartigianto e CLAAI, in rappresentanza delle imprese artigiane e da CGIL, CISL e UIL in rappresentanza dei lavoratori.

Tirocini formativi autofinanziati
Com’è ormai ampiamente riconosciuto, il tirocinio rappresenta, infatti, oltre che un’insostituibile opportunità per il giovane di esperienza formativa on the job, anche uno strumento grazie al quale le aziende hanno la possibilità di elevare la qualificazione del settore in cui operano.

Il patentino di frigorista è obbligatorio per il personale e le imprese che effettuano operazioni (controllo perdite, recupero, installazione, manutenzione o riparazione) su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore.

Presso i Centro di Formazione Casartigiani sarà possibile sostenere l’esame con l’Ente Certificatore Rina Services spa e, in caso di superamento dello stesso, il certificando sarà iscritto nell’apposito registro delle camere di commercio e otterrà quindi un’ufficiale autorizzazione ad operare nel settore.

Bando di selezione
Progetto n. AV31-0131 del 22/03/2021
“ESPERTA NELLA PRODUZIONE GASTRONOMICA/DOLCIARIA TRADIZIONALE”
La partecipazione al corso è gratuita.
A tutte le partecipanti, che frequenteranno almeno il 70% delle attività di orientamento e formazione d’aula, sarà riconosciuta un’indennità giornaliera di frequenza pari a €.8,00 lordi. Inoltre verrà riconosciuta un’indennità di tirocinio pari a €.650,00 lordi al mese (per un massimo di 6 mesi) a tutte le allieve solo al raggiungimento minimo del 70% delle ore mensili previste dal percorso formativo di tirocinio.

CASARTIGIANI AI LAVORI DELLA CONFERENZA BILATERALE PER LA RICOSTRUZIONE DELL’UCRAINA

CASARTIGIANI, Confartigianato e CNA hanno indicato – tra le proposte per realizzare la riforma del sistema pensionistico obbligatorio – la necessità di garantire la sostenibilità del sistema, la certezza delle norme a medio-lungo termine anche per consentire alle imprese una adeguata programmazione nel ricambio del personale, l’effettiva separazione fra previdenza e assistenza, equità di trattamento fra lavoratori dipendenti ed autonomi, in particolare sull’aspetto dei lavori gravosi e usuranti.

Al servizio delle imprese e dei dipendenti dell’artigianato